Salta al contenuto principale
I volontari chiedono al Governo di potersi muovere 'per necessità'

I volontari chiedono al Governo di potersi muovere 'per necessità'

Emanuele Alecci, presidente del Comitato Padova Capitale del Volontariato, dopo la lettera inviata a Conte torna a chiedere che gli 'spostamenti dei volontari siano da ricomprendersi tra quelli 'di necessità' o se si possa prevedere una dicitura dedicata'. A rischio servizi di prima necessità tra i quali la consegna di generi alimentari e l’assistenza ai senza dimora.
Aggiunge poi 'In questi ultimi giorni stanno inoltre nascendo, in modo positivo, molte azioni informali di aiuto da parte di gruppi giovanili e di quartiere per aiutare i vicini con spese a domicilio e altri sostegni per chi è in maggiore difficoltà per gli spostamenti. Anche questi volontari 'informali' hanno necessità di poter seguire regole univoche. Chiediamo pertanto di includere in un futuro Dpcm o di integrare le domande frequenti sul Decreto #IoRestoaCasa in modo da chiarire se gli spostamenti dei volontari sono da ricomprendersi tra quelli “di necessità” o se si può prevedere una dicitura dedicata'.

Condividi