Salta al contenuto principale
Campagna di lotta allo spreco: le lattine

Non mi sottovalutare, vedrai di cosa sono capace

I centri di servizio del Piemonte stanno realizzando una campagna di sensibilizzazione sullo spreco e sul consumo critico che è incentrata sul concetto di valorizzare oggetti, alimenti o prodotti che apparentemente sono alla fine della vita utile, o non più commestibili, ma che in realtà possono essere riutilizzati, riparati o riciclati, o donati, in un’ottica di riduzione dello spreco e sostegno a chi ha bisogno.
Un'altra storia di riuso e riutilizzo di materiali: la raccolta delle lattine.
Riciclare l’alluminio comporta l’utilizzo di un quantitativo di energia pari al 5 per cento rispetto alla quantità usata per la produzione dell’alluminio dalla materia prima.
Le lattine sono in genere composte da diversi tipi di metalli, tra questi l’alluminio che si ricava a sua volta dalla bauxite, un minerale abbastanza raro, importato in grandi quantità in Italia.
 

lattine

Sono necessarie sei tonnellate di bauxite per ottenere una tonnellata di alluminio, un processo di trasformazione che richiede l’utilizzo di notevoli quantità di energia. Riciclare l’alluminio invece, comporta solo un quantitativo di energia pari al 5 per cento rispetto a quella usata per la produzione dell’alluminio dalla materia prima.
Differenziare correttamente le lattine e non sprecarle diventa quindi fondamentale considerato anche che si tratta di un materiale che può essere riciclato all’infinito e che l’alluminio è il metallo più utilizzato per la costruzione delle carrozzerie delle auto, degli aerei, degli imballaggi e così via.
Senza contare che, le lattine gettate a terra o peggio ancora disperse nella natura impiegano anche centinaia di anni per degradarsi, con conseguenti enormi danni ambientali.
I numeri del risparmio sono notevoli: se per produrre 1 kg di alluminio primario servono 15 kWh, per l'alluminio secondario ne bastano 0,75, con la conseguenza che sempre più oggetti di uso comune sono realizzati con materiale riciclato. È il caso dell'industria automobilistica, dove il 90% dell'alluminio utilizzato per produrre i cerchioni è riciclato, così come il 30% di quello utilizzato nella realizzazione di pistoni e cilindri e il 40% di quello impiegato per la struttura complessiva dell'auto.
Per altri oggetti le percentuali sono ancora maggiori: le caffettiere prodotte in Italia sono ormai fatte al 100% di alluminio riciclato, mentre per le pentole siamo al 90% (vedi anche il documento in pdf del CiAl, il Consorzio imballaggi in alluminio).

Approfondimenti:
Alluminio: 8 modi per riciclare le lattine in modo fashion
Applicazioni dell'alluminio riciclato

Condividi